Influenzato dalla difficoltà di comprendere i messaggi che ci vengono inviati costantemente e velocemente, dal potere che Internet esercita sulla popolazione globale, sempre e comunque collegata al WI-FI, mi sono interessato alla semplificazione della comunicazione.

Citando Bauman, il famoso sociologo della modernità liquida: “Le nostre vite sono divise, spaccate, tra due universi: l’universo online e l’universo offline”.

Il problema, nell’universo offline, è con se stessi.
Ciò mi ha condotto alla ricerca di una comunicazione offline che coinvolgesse tutto il corpo e sono giunto alla lingua dei segni.

Ho potuto osservare come la lingua dei segni sia profondamente collegata alla particolare cultura in cui è nata e si è sviluppata, e può contribuire notevolmente a comprendere meglio le caratteristiche culturali di un popolo.

Tra la forma della mano ed il significato esiste una forte associazione e, nella maggioranza dei segni articolati sul corpo, il gesto appare associato iconicamente con il significato che esprime.

Una rappresentazione gestuale può condividere più aspetti della realtà fisica che rappresenta e, quindi risultare più iconica di una rappresentazione acustica.

L’iconicità visiva è una proprietà pervasiva della lingua dei segni e la rappresentazione iconica visiva rende più semplice la comunicazione.

keep in touch !

Text, photographs, graphics, videos and their layout on this website are protected by copyright.
The content of this website may not be copied, modified, altered or made accessible to third persons for commercial purposes.

Copyright © 2018 agostinorampino.  All rights reserved.